“ECOFACE DAY”: IMPARARE LA DIFFERENZIATA E’ UN GIOCO DA RAGAZZI

Posted at 3 maggio 2014 | By : | Categories : Raccolta Differenziata,Riciclo creativo,Scuola | 0 Comment

Guardare con i propri occhi. Sperimentare di persona il valore del riciclo dei materiali, anche con il supporto delle tecnologie digitali. Con la complicità della bella stagione Ecoface apre le porte ai ragazzi delle scuole.

Già in attività da poco più di un mese, il nuovo impianto della zona industriale di Ravanusa al momento accoglie la plastica dei comuni limitrofi, e a breve sarà la volta di carta e cartone. Ma nel piano della giovane azienda, fin dall’inizio, è stato previsto anche un fondamentale spazio da destinare alla comunicazione e alla formazione. Ne è prova la caratteristica sala multimediale che domina lo stabilimento per la valorizzazione dei materiali provenienti dalla differenziata, le cui pareti vetrate consentono di osservare l’intero ciclo di lavorazione.

Vogliamo che la nostra azienda – dicono Gero e Valerio la Rocca, fondatori della Ecoface – diventi una casa per i giovani che hanno voglia di fare. Di mettere in pratica abitudini sostenibili e dare una mano al territorio. Sia all’ambiente che all’economia”.

“Ecoface Day” è l’innovativo progetto dei fratelli La Rocca, che affianca teoria e pratica, il tutto in una veste coinvolgente e dinamica. Durante la giornata i ragazzi che raggiungeranno lo stabilimento, potranno osservare i processi che occorrono per avviare a riciclo i rifiuti “secchi”, ma parteciperanno anche ad una esperienza multimediale che servirà per arricchire la loro preparazione.Fin dall’inizio le nostre parole chiave sono sempre state azione e condivisione – continuano i titolari – Queste valgono sia per la nostra mission aziendale, che accanto ad una fase operativa ne affianca una comunicativa, sia per i nostri progetti formativi. Pensiamo sia essenziale vivacizzare l’apprendimento. Qui è possibile imparare in aula attraverso la discussione e l’utilizzo dei mezzi digitali, per poi toccare con mano i risvolti pratici dell’argomento”.

Fedele alla linea iniziale, Ecoface procede dunque secondo i piani aziendali. In vista del 2015, di pari passo con la riforma regionale degli Ato in essere, e con la necessità di raggiungere il 65% di raccolta differenziata, l’azienda è impegnata in un costante lavoro creativo e social.Non raggiungeremo le importanti soglie di differenziata imposte dalla comunità europea se non riusciremo a fare sentire protagonisti tutti i cittadini – sottolineano Gero, responsabile marketing e comunicazione – Questo è un traguardo che deve raggiungere il territorio, in quanto comunità. Non bisogna fare l’errore di sottovalutare l’enorme potenziale del web e dei social network. Noi abbiamo scelto la condivisione completa della nostra esperienza, chiunque viene a farci visita è invitato a produrre a sua volta contenuti. Scattando foto, postando la propria esperienza e commentando quella che fanno gli altri”. Gli istituti scolastici interessati al progetto possono contattare l’azienda sia attraverso il portale ecoface.it sia per mezzo della pagina di Facebook, oppure si può inviare direttamente una email a info@ecoface.it.

Insomma, la differenziata non è poi così complicata, anzi, se si vuole può diventare facilmente un gioco da ragazzi.

Share Button

About Ecoface

Leave a Comment