IL 3 GIUGNO LA SICILIA INCONTRA LA DIFFERENZIATA

Posted at 28 maggio 2014 | By : | Categories : Raccolta Differenziata,Rifiuti | 0 Comment

Un appuntamento di grande importanza, in un momento storico per il nostro territorio.

Martedì 3 giugno si terrà a Porto Empedocle, a partire dalle 10:00, presso l’ex oratorio San Gerlando, il convegno: “I nuovi Piani per la gestione integrata dei rifiuti: da un passato di fallimenti e di politiche clientelari a un futuro di sviluppo sostenibile e di tutela dell’interesse collettivo“, organizzato da Legambiente con la collaborazione di Libera ed Ecoface, e con il patrocinio del Comune di Porto Empedocle.

L’iniziativa vedrà in scaletta i saluti dell’on. Calogero Firetto, sindaco di Porto Empedocle, di Claudia Casa, presidente Legambiente Circolo Rabat, e gli interventi del sindaco di Acerra Raffaele Lettieri, di Gero La Rocca, amministratore Ecoface, di Fabio Costarella, Responsabile Area sud Conai e del dirigente generale del Dipartimento regionale Acqua e Rifiuti Marco Lupo.

A concludere l’evento sarà il presidente di Legambiente Sicilia Mimmo Fontana.

Una grande occasione a cui sono invitati tutti gli amministratori del territorio e tutti i cittadini. “E’ davvero un appuntamento da non perdere – dice Gero La Rocca – un’occasione per confrontarci e condividere riflessioni e impressioni sul cambiamento che sta interessando il sistema rifiuti della nostra regione. Oggi come non mai c’è bisogno di informazione e coinvolgimento di amministratori e opinione pubblica. La raccolta differenziata è dietro l’angolo e porterà benefici economici e ambientali straordinari al nostro territorio. E’ però fondamentale che tutti ci impegniamo a vigilare su questa delicata transizione, affinché non si ripetano gli errori del passato e si inauguri davvero una nuova stagione di civiltà e rispetto per il popolo siciliano”.

L’attuale riforma del sistema Ato riporterà nelle mani dei Comuni la responsabilità della gestione dei rifiuti. In base alle leggi europee e regionali in forza, entro il prossimo anno ciascun Comune dovrebbe raggiungere almeno il 65% di raccolta differenziata, altrimenti si aggiungeranno, a quelle già in essere, altre sanzioni. La missione non è impossibile, e a testimoniarlo ci sarà l’esperienza di Acerra, passata in un anno dal 10% al 62% di differenziata, grazie a un’organizzazione intelligente e a un piano di comunicazione efficace.

Il momento è storico, e questo convegno cercherà di trasmetterne i contenuti, fissandone gli aspetti più delicati, soprattutto per questo il sostegno della popolazione sarà fondamentale e testimonierà il reale bisogno di cambiamento che pervade le nostre città.

Share Button

About Ecoface

Leave a Comment