RINFIORATA: DIECI MOTIVI PER VISITARE NARO QUESTO WEEK-END

Posted at 6 maggio 2016 | By : | Categories : Cultura,Raccolta Differenziata,Riciclo creativo | 0 Comment

Anche le idee più particolari sono spesso ispirate al mondo che ci circonda tutti i giorni. E così che a Naro, da un’idea nata e cresciuta all’interno dell’associazione Agorà delle Donne di Agrigento, presieduta dall’on. Maria Grazia Brandara, è venuta fuori la “Rinfiorata”.

Come suggerisce il nome, si tratta di una manifestazione molto originale, che fonde in un tutt’uno l’arte della composizione floreale di grande impatto scenografico, con i valori della raccolta differenziata. Un week-end, quello del 6-7-8 maggio che riserva non pochi accattivanti motivi per visitare la “Fulgentissima”.

1- Ha una storia millenaria di cui sono testimoni le architetture dei palazzi e delle antichissime chiese che sorgono per il centro urbano. Naro è considerato un centro di fama mondiale per l’arte barocca.

2- E’ la città in cui è nato e cresciuto il cantante del celebre trio “Il Volo”, Piero Barone.

3- Il maestoso castello Chiaramontano è monumento nazionale dal 1912 ed ospita la Mostra permanente dell’abito d’epoca “Vento di donne”.

4- Il santuario di San Calogero è stato edificato nel 1599 al di sopra della grotta in cui la tradizione vuole che il santo nero abbia dimorato per una parte della sua vita. La festa dedicata a questo santo si tiene ogni 18 giugno e attira numerossissimi fedeli da tutto il mondo.

5- Il meraviglioso Duomo Normanno fu edificato nel 1089 da Ruggero d’Altavilla sulle rovine di una preesistente moschea araba. Nel 2005 è stato colpito da una frana che lo ha reso, purtroppo, non più visitabile.

6- La suggestiva scalinata che collega il Duomo alla via Dante è uno dei principali palcoscenici della Rinfiorata .

7- La sagra del mandorlo in fiore, che oggi si celebra ad Agrigento, trova origine a Naro, dove venne celebrata per la prima volta nel 1934. La Rinfiorata è anche un modo per riportare a Naro una grande manifestazione per dare il benvenuto alla primavera.

8- La diga San Giovanni è un grande bacino che è ormai diventato motivo di attrazione naturalistica per tantissimi appassionati del genere. Nel 1991 ha ospitato i campionati europei di canottaggio, in cui gareggiarono per l’Italia i famosi fratelli Abbagnale.

9- Naro ha conosciuto il suo massimo splendore durante il XVII secolo, periodo corrispondente alla diffusione dell’arte barocca, corrente artistica nata in conseguenza della politica della Controriforma Cattolica. In questo periodo la città si arricchisce di notevoli monumenti, alla cui costruzione hanno lavorato artisti con un notevole genio creativo.

10- E’ stata set di due film molto conosciuti: Il giudice ragazzino, storia di Rosario Livatino, del 1994 e il più recente “La scomparsa di patò”, film del 2010 tratto dall’omonimo romanzo di Andrea Camilleri. Il film, girato quasi interamente nella città barocca, è la prima trasposizione cinematografica tratta da un libro dello scrittore siciliano ed il primo a essere girato nei luoghi cari a Camilleri.

 

Share Button

About Ecoface

Leave a Comment